FIABE E LEGGENDE


LA FANCIULLA VERDE DEL LAGO


Leggenda Gallese



Tanto tempo fa, in un lontano villaggio nel Galles, in mezzo alle colline si stendeva il Lago di Barbuto.
La chiesa del villaggio era famosa per il dolce suono delle sue campane, ma nessuno le amava di più della bella Fanciulla Verde che viveva sul fondo del lago.

Ogni sera, quando le campane suonavano a distesa, lei usciva dal lago portando con sè una mandria di mucche bianche come il latte. Si guardava attorno per essere sicura che nessuno la stesse osservando, e poi le chiamava una per una.



Fiocco di Seta, Piumino, Neve,
svelte, seguitemi con passo lieve.
Venite in fila, tutte sul prato
chè le campane han già suonato!


C'era una piccola mucca che si chiamava Candida, ed era sempre l'ultima, o si attardava sott'acqua o si allontanava troppo dalla padrona...una volta si era persino avventurata fino ai bianchi muri della grande fattoria.
La Fanciulla Verde l'aveva sgridata. "Ricordati, piccolina, che dobbiamo tornare tutte nel lago prima che le campane smettano di suonare."

Una sera in cui la Fanciulla era occupata a intrecciarsi un mantello nuovo con dei lunghi giunchi, Candida si allontanò di nuovo.

Se ne andò trotterellando lungo il sentiero, camminando con cura sulle pietre, finchè si ritrovò davanti al cancello di legno della fattoria.
Era così intenta a curiosare tra le sbarre, che non udì la sua padrona che la chiamava.
Sentì invece la voce di Nancy, la contadinella che esclamava: "Ma che bella mucca bianca! Da dove sei spuntata?"
Poi arrivò Evan, il giovane bovaro con la sua mandria di mucche brune e si fermò ad ammirare l'animale. "Ma è una bellezza!" Esclamò carezzandole il mantello setoso.

Accanto al lago, la Fanciulla Verde aveva intuito il pericolo e soffiava disperatamente nella sua tromba d'argento, per chiamare Candida e farla tornare.
Nancy ed Evan, riparandosi gli occhi con la mano dal sole calante, scrutarono verso il lago, ma non riuscirono a vedere la Fanciulla, nascosta in mezzo agli alti giunchi.
Voltandosi di nuovo verso la piccola mucca, cercarono attentamente un marchio intorno al suo collo, o un nome. Non trovando niente, decisero di portarla al riparo per la notte e la guidarono insieme con le altre mucche verso la stalla. Poi, quando tutti gli animali furono al sicuro, chiusero il cancello con un lucchetto di ferro.

Quando vide ciò, la Fanciulla Verde capì di aver perso la sua piccola mucca, perchè gli esseri fatati non possono entrare dove il ferro sbarra loro il passo.
Con una grande tristezza ritornò nel lago con la sua mandria e quando le campane della chiesa del villaggio smisero di suonare, una densa nebbia grigia calò nella valle.

Quella sera, il padrone della fattoria, un vecchio spilorcio, brontolò molto per dover dar da mangiare anche alla mucca randagia. Disse di volersene disfare, ma il mattino seguente, vedendo che dava molto più latte delle sue mucche, cambiò parere.
L'avido contadino ormai non pensava più a disfarsi di Candida. La portava in giro per le fiere e la gente si accalcava per comprare il delizioso formaggio e il burro fatti con il suo latte.

Col passare degli anni il contadino divenne sempre più ricco, perchè i vicini pagavano a peso d'oro i bei vitellini della piccola mucca bianca.

In principio Candida era contenta, solo le campane del villaggio la rendevano stranamente inquieta, ma poco alla volta, nel vedere vendere uno dietro l'altro i suoi vitellini, divenne molto triste e produceva sempre meno latte.
Infine un giorno il contadino decise di disfarsene: "Dà solo poche gocce di latte, bisogna macellarla."

Nancy ed Evan, inorriditi, lo pregarono di cederla a loro, avrebbero pagato con il loro misero salario il suo sostentamento, ma niente riuscì a intenerire il cuore del contadino.

La sera dopo, mentre si udivano i primi rintocchi delle campane della chiesa del villaggio, il contadino si apprestò a macellare la piccola mucca bianca.

Evan non resistette e, spalancando il cancello della fattoria, corse al lago e singhiozzando si buttò sull'erba.
Poco dopo lo raggiunse anche Nancy, che ad un tratto gli sussurrò: "Guarda Evan, guarda il lago!"

Nascosta fra i giunchi, c'era la Fanciulla Verde che in silenzio, osservava la fattoria.

L'accetta affilata stava per ricadere sul collo di Candida, quando la fanciulla si portò la tromba alle labbra e soffiò con forza.
L'accetta rimase a mezz'aria e la corda che teneva legata la mucca cadde a terra e mentre l'animale trottava via lungo il sentiero verso il lago, il contadino si accorse di non potersi più muovere.

Nancy ed Evan guardavano felici la Fanciulla che chiamava:

Candida mucca, vieni volando,
che già da tanto ti stiamo aspettando.
Porta i tuoi piccoli vitellini
e tutti nel lago staremo vicini


Davanti agli occhi stupefatti dei due giovani, tutti i vitellini bianchi di Candida sbucarono dalle vicine fattorie e si diressero verso il lago, circondandolo tutto come una corona di margherite.
La fanciulla li accarezzò tutti e quando raggiunse il più forte e ben piantato, disse alla giovane coppia: "Questa è la ricompensa per la vostra gentilezza. So che vi prenderete cura di lui come avete fatto con Candida, ma prima devo farlo diventare diverso dalle mucche fatate del lago."
E toccando la testa del vitellino disse: "Tu che calpesti le pietre rotte, ora diventa color della notte" e il vitello diventò nero dalla testa alla coda.
Pochi minuti dopo, mentre il suono delle campane svaniva nell'aria, la Fanciulla e la sua mandria svanivano nel lago.

Il piccolo vitello nero fu il primo di una razza di robusti vitelli gallesi, famosa in tutto il mondo.





Vai alla Home

ALTRE FIABE E LEGGENDE

Il Filo di Arianna - Fra Storia e Mito Il Vaso di Pandora - Fra Storia e Mito
Le 12 fatiche di Ercole – Fra Storia e Mito Vasilissa la bella-Leggenda popolare Russa
Il rospo incantato-Favola Scandinava Il Primo Uomo-Leggenda popolare Eschimese
Il Granchio Dorato - Leggenda Greca Bopoluchi-Una storia Indiana (Punjabi)
Quel che dice il fumo-Favola africana Potrebbe accadere-Racconto fantastico
Il Lago Bianco e il lago nero-Leggenda svizzera Il Flauto Magico
La creazione dell'Uomo-Leggenda Nativi Americani La bandiera fatata-Leggenda scozzese
L'Uccello di Fuoco-Favola russa Il Figlio del Sole-Racconto pellirosse
Guglielmo Tell-Leggenda svizzera Il primo volo-Storia di mare
La Regina delle Nevi-H.C.Andersen Sampo il Lappone-Zacharias Topelius
Come venne la luce-Leggenda Inuit I Dodici Mesi-Racconto Slavo
Mignolo-Racconto Giapponese I gioielli del mare-Racconto Cinese
Il Fiore di pietra- Favola Russa L'Acqua della vita- Racconto Masai
La sfera di cristallo- Favola dei Fratelli Grimm La zuppa di pietra
La fanciulla verde del lago-Leggenda gallese L'uomo che la sapeva lunga
Lo gnomo e la formica Il pipistrello vanitoso-Fiaba tradizionale Sudamericana